Ricerca personalizzata

Benvenuti sul nostro Blog.

Sei arrivato qui? Allora Ti interessa la fotografia.

domenica 15 giugno 2008

SENSIBILITA' (equivalenza ISO)

Il termine “sensibilità” è un modo di misurazione della luce della fotocamera digitale, e come per la pellicola viene espressa in valore ISO (International Organization for Standardization). Sigla che ha sostituito la sigla ASA (American Standards Association) usata un po' di anni fa... I valori utilizzati sono equivalenti (ASA 100 = ISO 100).
Più luce è presente nella scena inquadrata e minore sarà il valore ISO che puoi utilizzare; con meno luce puoi aumentare questo valore fino ad ottenere un tempo di posa che sia sufficiente a scattare la fotografia evitando il classico “mosso”, tenendo presente che con l'aumentare della sensibilità possono comparire dei disturbi (pixel luminosi) che degradano la fotografia stessa. Guardando la fotografia appena scattata sul monitor LCD della fotocamera non te ne rendi conto, ma rivedendo la fotografia a computer a pieno schermo ti accorgi che tutta la fatica che hai fatto per realizzarla viene vanificata da questo “rumore di fondo” a volte talmente evidente da rendere la fotografia inguardabile, e così sei costretto a passare ore davanti al monitor del PC usando un programma di fotoritocco per “recuperare” la fotografia.
Per esempio un alto valore ISO (800) lo puoi utilizzare per fotografie di interni, come Chiese o Castelli, dove la luminosità è scarsa, dovuta al fatto che generalmente vengono impiegate luci soffuse per creare “atmosfera”.
Al contrario per effettuare riprese con luce diurna cerca sempre di utilizzare il valore più basso (standard) dato dalla fotocamera, che è quasi sempre impostato su ISO 200. La gamma di sensibilità (nelle fotocamere digitali Reflex di fascia medio/alta) va da un minimo di ISO 100 fino ad un massimo di ISO 3200 (come per la NIKON D300).
In caso di dubbio, se non sai come comportarti e per non fare troppi scatti di prova, specie se il tempo a disposizione è limitato (visita guidata), utilizza la funzione ISO AUTOMATICO che compensa la sensibilità in modo ottimale in base alla luce rilevata, in modo da ottenere un'esposizione corretta e ,di conseguenza, una bella fotografia.
Molto importante è anche utilizzare il giusto “bilanciamento del bianco” (WB-white balance) in base alla sorgente di luce che illumina la scena per avere una resa fedele dei colori.
Se sei poco pratico o se vuoi lasciare questo compito alla fotocamera, attiva la funzione WHITE BALANCE AUTOMATICO che è adatta alla maggior parte delle situazioni di ripresa (per la sorgente di luce); se con questa impostazione non ottieni i risultati sperati (molto raro) seleziona manualmente uno dei valori pre-impostati:

incandescenza: per fotografie con sorgente luminosa data da lampade a filamento (classica lampadina);

neon: per fotografie con sorgente luminosa data da lampade al neon;

Sole diretto: per scene e soggetti illuminati dalla luce solare diretta;

flash: quando viene usato il flash incorporato o un flash esterno;

nuvoloso: per fotografie riprese con luce diurna col cielo nuvoloso;

ombra: per fotografie riprese con luce diurna col soggetto in ombra.

Come puoi notare ad ogni situazione di ripresa corrisponde quasi sempre il giusto bilanciamento del bianco: in questo modo otterrai una fotografia con i colori naturali, proprio come li hai visti, altrimenti se ne utilizzi uno non adatto alla condizione di ripresa otterrai una fotografia con i colori “falsati” (poco naturali e non fedeli alla realtà).
A questo proposito ricordati che, se usi l' impostazione manuale del bilanciamento del bianco, se cambia la sorgente di luce (esempio: dal Sole si passa ad una zona d' ombra, o da una scena ripresa all' aperto si passa ad un interno) devi selezionare la modalità più consona alla scena da riprendere in modo da avere la “sintonia” perfetta con la fonte di luce.

2 commenti:

Franny ha detto...

Ciao, vi ringrazio per i suggerimenti! Sinceramente una volta, quando usavo una macchina analogica completamente manuale, facevo delle belle foto. Da quando sono passata alla digitale (che evidentemente non so usare!!) non riesco più a farmi venire una foto come si deve!!! Sono decisamente poco "tecnologica"!!!
Complimenti davvero per le belle foto riportate nel vostro blog!

Franny ha detto...

Ciao Massimo, certo, mi servirebbe un fotografo che mi insegnasse a fare foto in grotta...a me vengono così male!!! :-)
Grazie per il tuo commento!

Chi siamo

Ciao, siamo Marco e Massimo, due fratelli "Nikonisti" amatoriali.
Nel tempo libero ci piace girovagare nei luoghi più disparati, specialmente in montagna. Abbiamo acquisito un po' di esperienza con molta pratica per realizzare un bello scatto. Non serve molto, basta essere dei buoni osservatori, saper visualizzare la foto prima di averla scattata ma sopratutto fare attenzione all' inquadratura del soggetto e/o panorama che si vuole "catturare".
Così nasce ... Cattura l' attimo.

Saremo lieti di condividere con Te le esperienze personali.

Dove

Siamo nati a Varese, "la Città Giardino", qualche anno fa....

Catena del Monte Rosa ripresa dal Mottarone

Catena del Monte Rosa ripresa dal Mottarone
1° premio concorso "Panoramio Contest marzo 2008" - categoria Travel

Germania - Schwangau

Germania - Schwangau
Il Castello di Neuschwanstein

Tramonto sul lago

Tramonto sul lago
... il cigno solitario ...

Valle d'Aosta - Valtournenche

Valle d'Aosta - Valtournenche
Il Lago Blu e il Monte Cervino (Matterhorn)