Ricerca personalizzata

Benvenuti sul nostro Blog.

Sei arrivato qui? Allora Ti interessa la fotografia.

giovedì 30 dicembre 2010

Alba - Varese

Nikon D70; 18mm; f/8; 30sec; ISO 200
Tutti i giorni, nel suo infinito ciclo, possiamo assistere al favoloso spettacolo che l'alba ci regala, condizioni meteo permettendo...a volte è difficile alzarsi alla mattina, ma ti garantisco che ne vale la pena...

Le fotografie che seguono sono state scattate all'alba del 29 dicembre 2010 tra le ore 6:55 e le ore 7:26 dal belvedere al Campo dei Fiori Varese nel piazzale (cancello) dove comincia la strada che conduce all'Osservatorio Astronomico G.V.Schiaparelli.

Condizioni meteo: mattina serena in quota, foschie all'orizzonte in pianura, temperatura -4° (1100 mslm circa), poca umidità.
Nikon D70; 18mm; f/5; 13sec; ISO 200
Nikon D70; 36mm; f/8; 20sec; ISO 200
Nikon D70; 18mm; f/9; 15sec; ISO 200

martedì 28 dicembre 2010

Ghiaccio e galaverna

Anche la stagione invernale ha le sue particolarità, come tutte le stagioni, e quando il freddo comincia a farsi sentire ecco altri innumerevoli spunti fotografici che si materializzano davanti ai nostri occhi.

Particolari astratti che la natura crea e che a volte durano solo per poche ore o addirittura per pochi minuti e che occorre saper cogliere al volo...

Ecco alcuni scatti realizzati la mattina del 27 dicembre 2010 tra il porticciolo di Azzate e la Palude Brabbia, Lago di Varese. Giornata serena con qualche velatura, temperatura -5°









domenica 5 dicembre 2010

Sacro Monte, Varese - Fotografie al crepuscolo

Nikon D70; 75mm; f/8; 1/50sec; ISO 200
Dopo tanti giorni di tempo non proprio bello, tra una nevicata e l'altra ecco una bella giornata serena, dal mattino alla sera, l'ideale per realizzare una serie di fotografie al tramonto, sfruttando gli ultimi raggi di Sole e il successivo crepuscolo.

Come meta per le fotografie scegliamo il Campo dei Fiori, da dove si gode un meraviglioso panorama sul sottostante Sacro Monte (Patrimonio dell'Umanità - UNESCO), sul Monte Generoso (Svizzera) e sulla nostra città giardino, Varese.

Condizioni climatiche: tempo sereno, temperatura -4° ore 16:40 alla quota di 1032 mslm, vento assente, molta foschia all'orizzonte.
Di seguito alcune immagini realizzate tra le ore 16:30 e le ore 17:30 del 04 dicembre 2010.
Nikon D70; 62mm; f/11; 10sec; ISO 200
Nikon D70; 22mm; f/14; 25sec; ISO 200
Nikon D70; 18mm; f/16; 30sec; ISO 200

domenica 28 novembre 2010

Prima neve...


Ampiamente annunciata dai vari siti meteo, ecco la prima neve di stagione, un invito a uscire di casa nonostante il freddo, per realizzare alcuni scatti nei dintorni di Varese, più precisamente a Brinzio, piccolo paesino situato a valle del versante nord del Campo dei Fiori.

A far da cornice al piccolo laghetto di Brinzio uno scenario imbiancato dalla neve scesa abbondante durante la notte in quest'ultima domenica di novembre.

Un silenzio ovattato sembra avvertirci che l'inverno è già arrivato....




domenica 31 ottobre 2010

Fotografia notturna: risultati sorprendenti.


Generalmente quando si parla di fotografia il nostro pensiero si dirige inevitabilmente a immagini riprese durante le ore diurne, con tanta luce e colori brillanti. Ma non è sempre così: anche se a molti può sembrare impensabile, si possono realizzare delle splendide fotografie anche con luce scarsa, fotografie molto suggestive che sfruttano proprio la poca luce disponibile.


Quando vuoi realizzare una fotografia notturna, molto importante è la scelta del momento ideale; dopo il tramonto del Sole, sfruttando i colori dell'orizzonte, è uno dei momenti in cui potrai creare splendide riprese, oppure facendoti "aiutare" dalla luce diffusa al sorgere della Luna.
In questo modo il cielo sarà illuminato con luce tenue all'orizzonte dando risalto e contrasto alla scena inquadrata.

Altre situazioni richiedono invece la totale oscurità, come fotografare il cielo stellato o panoramiche su città illuminate.
Per realizzare questo tipo di fotografie è necessario l'uso di un solido treppiede, abbinato ad uno scatto flessibile o telecomando, oppure al più semplice autoscatto, in modo da non toccare la macchina fotografica evitando così l'effetto mosso.

La sensibilità ISO dovrebbe rimanere la più bassa possibile, per ridurre al minimo il rumore di fondo dell'immagine digitale; di grande aiuto, se vuoi utilizzare ISO più elevati, sulle reflex è la possibilità di attivare la funzione noise reduction, che migliora notevolmente la qualità finale dell'immagine.


domenica 24 ottobre 2010

Acqua di seta, "giocare" con tempi lunghi di esposizione


L'attento fotografo sa che anche con una giornata nuvolosa, con nubi compatte, si possono realizzare delle splendide fotografie; non fa niente se i colori sono ingrigiti dalla mancanza del Sole....

...queste condizioni sono l'ideale per "giocare" con la tua fotocamera, con i tempi lunghi di esposizione, per creare delle fotografie dal grande effetto visivo.


Meta dei nostri scatti fotografici è il letto del torrente S.Giulio a Cittiglio (Varese).
Anche con poca acqua si possono catturare delle splendide immagini.

Regolando il tempo di esposizione e, se necessario, sovraesposizione o sottoesposizione il continuo scorrere dell'acqua viene letteralmente disegnato sulla fotografia. Non occorre una particolare attrezzatura per realizzare fotografie di questo genere; indispensabile l'uso del treppiede e condizioni di luce scarsa.



venerdì 15 ottobre 2010

Villa Toeplitz, Sant'Ambrogio - Varese


I Giardini di Villa Toeplitz a San'Ambrogio, Varese, finalmente rimessi a nuovo e con loro anche le fontane e un nuovo impianto di illuminazione che da oggi danno nuova vita al parco, piccolo gioiello situato ai piedi del Sacro Monte di Varese, patrimonio dell'UNESCO.

Splendida l'atmosfera donata dalle luci, che rendono i giardini ancora più suggestivi. Ecco di seguito alcune fotografie scattate la sera del 15 ottobre 2010.






sabato 9 ottobre 2010

Colori d'autunno


Come ogni anno è arrivato l'autunno, con i suoi splendidi colori, le castagne,i funghi e le foglie che cominciano a cadere...

A qualcuno può sembrare "malinconico" ma per noi fotografi amatoriali e non, è un periodo dell'anno dove si possono realizzare delle splendide fotografie; anche con giornate senza sole o uggiose, i colori caldi ravvivano le immagini....









sabato 25 settembre 2010

Fotografare le nuvole


Le nuvole: un elemento molto interessante in natura come in fotografia e che praticamente è a nostra disposizione tutti i giorni. Ogni volta che esci per una passeggiata o per una gita non dimenticarti mai la fotocamera...nelle immagini panoramiche le nuvole hanno un ruolo molto importante e possono dar vita a fotografie che altrimenti potrebbero risultare piatte.
Tanti tipi diversi di nuvole, tante splendide fotografie...

Il difficile sta nel saper valutare bene cosa inquadrare e soprattutto dove "prendere" la luce: l'esposimetro infatti si adatta alla scena inquadrata e a volte, come ti sarà sicuramente capitato, le nuvole risultano "bruciate", così come altre zone chiare dell'immagine, senza nessun particolare; viceversa, se "prendi" la luce sulle zone chiare dell'immagine (esempio: nuvole illuminate dal Sole), tutto il resto risulterà troppo scuro (silhouette) e sempre senza particolari, il che a volte ha comunque un ottimo effetto visivo.


Una delle tecniche per catturare tutti i particolari è il bracketing che consiste nello scattare almeno 3 fotografie, una sottoesposta, una sovraesposta e una con esposizione giusta, da unire poi con uno dei tanti software di elaborazione, in modo da ottenere un'unica immagine con zone chiare e zone scure perfettamente bilanciate.

Per dare un effetto di grandezza alla tua fotografia considera di sfruttare al massimo il cielo nell'inquadratura: generalmente si tende a dividere il fotogramma a metà; prova invece con 1/3 di panorama e 2/3 di cielo...vedrai che differenza...
Di seguito alcuni mie fotografie...



sabato 11 settembre 2010

La luce: elemento essenziale nella fotografia

La luce nella fotografia è un elemento essenziale, che sia naturale oppure artificiale non ha importanza; per sfruttare al meglio tutte le situazioni è necessario che Tu impari a riconoscere che tipo di luce trovi sulla scena, in modo da esaltare al massimo tutte le sfumature e i giochi di luce e ombre che vuoi riprendere, qualunque sia il soggetto, luogo o panorama.

Il Sole ci offre tutti i giorni la luce naturale, splendida e brillante, che ora dopo ora continua a cambiare colore (dall'alba al tramonto) e direzione (da est a ovest), regalandoci particolari che non sempre sono visibili.

Un esempio: prova a fotografare un panorama con la luce del mattino e lo stesso panorama con la luce della sera; ti renderai conto che la diversità di illuminazione modifica la scena!
Semplicemente spettacolare e di grande effetto visivo è la luce radente che crea ombre suggestive sia all'alba che al tramonto.

Il tuo compito è quello di individuare e sfruttare al massimo la luce naturale: sei lì, osserva con cura, individua la direzione della luce sulla scena che vuoi riprendere, inquadra e scatta.
Una bella immagine non si crea da sola, devi essere in grado di crearla con particolari attenzioni.

Osserva le due foto sotto: la stessa immagine ripresa al mattino alle ore 8:53 e al pomeriggio alle ore 15:39....in questo caso il soggetto è il Sass de Putia ripreso nei pressi del Passo delle Erbe: saltano subito all'occhio i diversi particolari dati dal cambiamento di illuminazione.

Nikon D70; 18mm; f/8; 1/500sec; ISO 200 (8:53 ora solare)

Nikon D70; 18mm; f/8; 1/400sec; ISO 200 (15:39 ora solare)

domenica 25 luglio 2010

Riflessi

Se Ti guardi intorno è proprio vero che gli spunti per una fotografia di sicuro effetto sono li che aspettano solo lo scatto della tua macchina fotografica.

L'immagine che segue ne è la prova: le limpide acque del Lago Blu nei pressi di Breuil-Cervinia fanno da specchio naturale al Monte Cervino, regalando allo spettatore un momento di stupore e meraviglia.....

.....la leggera increspatura dell'acqua lascia intravedere la sagoma di questo splendido quattromila delle nostre Alpi.

Cervino_riflesso

Nikon D70 (1/200 sec; f/8; 65 mm; ISO 200)

mercoledì 7 luglio 2010

Sequenza di fotografie

A tutti noi capita di trovarsi in luoghi meravigliosi e la foto ricordo è un gesto classico, sarà sicuramente capitato anche a Te.
Ma perché scattare solo una fotografia? Ti chiederai: e perché scattarne tante tutte con lo stesso soggetto?

La risposta è semplice: dato che con la fotografia digitale puoi scattare centinaia di immagini sia con le moderne reflex o con le compatte con schede di memoria sempre più capienti, hai la possibilità di catturare una sequenza di fotografie che mostrano l'evolversi delle varie situazioni in cui ti trovi; oltre al fatto che in post-produzione con semplici programmi gratuiti puoi divertirti a creare un filmato con i tuoi scatti più belli, a cui aggiungere una musica che ne enfatizza la visione.

Il risultato finale è un gran bel figurone che farai davanti ai tuoi parenti e amici che vedranno il tuo lavoro.
.....allora, che stai aspettando?
Provaci e vedrai che ne rimarrai soddisfatto.

Come esempio Ti mostro una sequenza di fotografie della cima del Cimon della Pala (Pale di San Martino - Dolomiti) che scatto dopo scatto viene raggiunto e avvolto dalle nuvole.
DSC_0456 DSC_0457 DSC_0459 DSC_0461

domenica 20 giugno 2010

La fede in fotografia: i gesti, i luoghi e le situazioni

A volte Ti può capitare di trovarti ad assistere ad una scena oppure ad essere vicino a una situazione che può rivelarsi eccezionale per una fotografia che racconta un frammento di vita quotidiana che apparentemente non ha niente a che fare con la religione.

Mani_Bibbia

E invece, se osservi con attenzione, anche un semplice abbraccio tra mamma e figlio col papà poco distante (a fianco di un crocifisso) che ammira il gesto affettuoso può dare all'immagine un senso di profonda fede religiosa legato al miracolo della vita. Di grande aiuto è il saper sfruttare il controluce, in modo da ottenere una silhouette che enfatizza il momento.

Famiglia_abbraccio Se sei un amante delle camminate in montagna Ti sarà di certo capitato di vivere situazioni del genere, di incontrare sul tuo cammino una Chiesa o un crocifisso, una targa commemorativa, ecc.... Ti basta un po' più di attenzione in quello che stai osservando e l'immagine che ritrae il Sacro e il mistero è lì sotto il tuo sguardo pronta per essere catturata.

Chi siamo

Ciao, siamo Marco e Massimo, due fratelli "Nikonisti" amatoriali.
Nel tempo libero ci piace girovagare nei luoghi più disparati, specialmente in montagna. Abbiamo acquisito un po' di esperienza con molta pratica per realizzare un bello scatto. Non serve molto, basta essere dei buoni osservatori, saper visualizzare la foto prima di averla scattata ma sopratutto fare attenzione all' inquadratura del soggetto e/o panorama che si vuole "catturare".
Così nasce ... Cattura l' attimo.

Saremo lieti di condividere con Te le esperienze personali.

Dove

Siamo nati a Varese, "la Città Giardino", qualche anno fa....

Catena del Monte Rosa ripresa dal Mottarone

Catena del Monte Rosa ripresa dal Mottarone
1° premio concorso "Panoramio Contest marzo 2008" - categoria Travel

Germania - Schwangau

Germania - Schwangau
Il Castello di Neuschwanstein

Tramonto sul lago

Tramonto sul lago
... il cigno solitario ...

Valle d'Aosta - Valtournenche

Valle d'Aosta - Valtournenche
Il Lago Blu e il Monte Cervino (Matterhorn)